Satyricon cervettiano

Sampa e LC

giovani leninisti

Sembrerebbe che a San Patrignano esista una sezione per i drogati di lottarismo.

Dicono che il trattamento sia molto violento.

Gli si impedisce di fare a tutti i costi qualcosa, Ad esempio Se uno cade da cavallo non è concesso costruire il comitato leninista caduti da cavallo.

Sono obbligati a leggere i libri dei santi Marx ed Engels und Lenin senza potersi confessare con il parroco responsabile di circolo ne tantomeno consultare l’indice secondo LC

Li si obbliga a costruirsi una vita senza la certezza dell’azienda di diffusione del verbo, Gli si danno degli obiettivi, tipo fare in modo che alla cena collettiva ci siano tutti, e quando questo avviene in coro gli si dice che è un cretino.

Nello stesso tempo per non cadere in errori classici del multilevel , agli ospiti di sampa, nella sezione drogati di lottarismo è darsticamente vietata qualsiasi azione basato sul proselitismo.

Quando c’è da pulire i cessi, l’ospite deve sbrigarsela da solo, se coinvolge qualcun altro con lo scopo di avanzare di carriera e di diventare capocesso, o di vendergli il manuale su come si puliscono i cessi viene severamente ammonito

Una cosa triste ma funzionale è il trattamento solitudine, gli fanno ascoltare le relazioni di circolo in una stanza vuota senza l’effetto adunata oceanica. ci sono stati casi di panico.

giovani flottisti

Quando l’ospite non denota miglioramento, e ci si accorge di le sue condizini sociali sono effettivamente proletarie, a malincuore lo si indirizza verso un multilevel serio, almeno, continuanto a fregare il prossimo vicino, porta casa un po di soldi e non pesa sul misero salario della famiglia.

dal profondo del web, targato 2006

lotta comunista in casa al quasarij

Al quasarij vs il monolite leninista

casa al quasarij

ieri mattina il sonno di casa al quasarij è stato turbato da un’improvvisa citofonata. il mullah, dopo una notte di sonno altalenante, si alza di malavoglia.

– chi è? chi è? …. hm ma vaff.

nessuno si qualifica. il palazzo è preso d’assalto dalla furia rossa di giovani che, data la sordità dei condomini, urlano: ‘giornale comunista! compagno?’. il mullah allora decide di tornare a letto e di non aprire ai compagni che prontamente suonano anche alla nostra porta. incattivito per il furto del sacro sonno, il mullah propone di indossare un costume adeguato per le prossime occasioni porta-a-porta: maschera da lupo.

View original post

Renato Pastorino – Il Compito ine-dito

2001 monkey bone b copia

Una Battaglia Leninista per il copyright internazionalista

Giunge nella crisi del debito sovrano, l’ennesimo attacco all’organizzazione di classe. Gli studi legali della MGM contestano, al Partito-Scienza, la paternità della scoperta scientifica, formulata dalle generazioni del marxismo, conosciuta con il nome di “coscienza portata dall’esterno” (copyright edizionilottacomunista)

Secondo questi, piccoli borghesi di piccolo cabotaggio, furono Clarke e Kubrick ad ideare il monolite intergalattico che porta la coscienza delle necessità.

A chi pensa di maramaldeggiare il patrimonio ($) teorico diciamo: Giù le mani da Cervetto !

Cervetto ebbe la geniale intuizione di individuare  “il nesso organico tra il “Capitale” di Marx e il “Che fare?” di Lenin

“partendo di qui affronta poi il tema della coalizione operaia, della legge economica che la determina ma anche della coscienza politica di classe, portata dall’esterno dei rapporti tra operai e padroni; nell’ultimo capitolo centra infine il ruolo del partito rivoluzionario sulla definizione della strategia, come «risultato di un’analisi scientifica di una determinata fase della lotta delle classi».”

“Si tratta di uno studio (che sarà raccolto due anni dopo in volume, con il titolo di “Lotte di classe e partito rivoluzionario”, e più volte ripreso fino alla sesta edizione del 2004) sulla concezione leninista dell’azione politica, vista come fondamento scientifico della soluzione «ai problemi lasciati insoluti dall’inclinazione oggettivista di Amadeo Bordiga e da quella soggettivista di Trotsky».”

Cieca testimonianza di questa ineluttabile verità dialettico-storica, è il ritrovamento di un monolite leninista spaziale, di color nero, nella zona dell’ex impianto siderurgico ILVA di Savona.
Su questa vi è riportata una frase, in un primo momento imputabile a qualche santone laico. Provveduto a un chiarimento strategico, la battaglia per la chiarezza scientifica, ha portato a notare in calce il nome dell’autore, provvisto del documento legale recante la patente di veridicità leninista per l’avanguardia del proletariato inter-planetario. Grazie al notaio leninista ora si ha il copyright pure sul monolite spaziale.

« In ciò stava e sta tutto il mio orgoglio: essere lo strumento della rivincita di chi è destinato all’anonimato e di chi resta solo nella civiltà materiale »

(Arrigo Cervetto Quaderni 1981-1982)

Un’altra vittoria per la nostra battaglia internazionalista.

Intervistati i personaggi sopra citati così rispondono:

Alcuni amici, mi avevano messo in guardia già nel 1908, durante il soggiorno in Italia, di certe furberie tipiche del politicantismo italiano. Lasciamoli beare delle loro canonizzazioni, dopotutto, l’acquivite spirituale è per tutti

Lenin

Sentì già parlare di Cervetto, e mi pronunciai già sulle iniziative del gruppo di Azione Comunista. Oggi gli rinnoviamo i nostri auguri, denotandolo così “battilocchiesco e impaurito dagli amedei”.

Bordiga

Mi eserciterò in un’ennesima prova poetica per maledire non solo la socialdemocrazia tedesca, ma anche l’opera di taluni figuri richiamantisi al marxismo

Trotsky

Il monolite sarà presto disponibile per la collana “biblioteca giovani”. Saranno realizzate su modello “maglie della FIOM” giacche da diffusione riportanti il distico elegiaco di Cervetto.